CARTOMANZIA GRATIS AL366-4586448 ANCHE IN CHAT DI WHATSAPP E TELEGRAM 📧 INFO@CARTOMANZIAGRATIS.INFO RITUALI GRATIS AL366-4586448 Home » IL CROLLO DI WALL STREET » IL CROLLO DI WALL STREET

IL CROLLO DI WALL STREET

CARTOMANZIA GRATIS NEWSUn incubo popola i sonni degli investitori americani. Come tutti gli incubi ha una sua dose di irrazionale ma parte da un vissuto inquietante. Questo incubo è: che cosa sa Michael Burry che noi non sappiamo? Così almeno recita un preoccupato titolo della Cnn. Questo signore piuttosto eccentrico, un occhio in meno a causa di un tumore infantile ma la vista più lunga di chiunque altro, titolare di un hedge fund, un fondo speculativo piuttosto aggressivo, fu il primo a intuire che la bolla immobiliare statunitense sarebbe esplosa a causa del suo essere fondata sui fragilissimi mutui subprime.

Burry, vincendo la resistenza e lo scetticismo dei suoi investitori, immaginò con precisione il momento in cui questo sarebbe accaduto, il secondo trimestre del 2007, e prese a scommettere sul crollo del sistema, convincendo alcune banche a emettere dei credit default swap e a venderglieli. In questo modo di fatto Barry trasferì il rischio del mancato pagamento dei mutui degli istituti, finendo per essere tra i pochi a trar profitto e che profitto, un paio di miliardini – dalla più grave crisi economica del nuovo millennio, in cui mezzo mondo fu trascinato dal disastro statunitense. Barry divenne famoso come una Cassandra a lui fu dedicato un film di successo, «The Big Short» (in italiano «La Grande Scommessa») nel quale il suo personaggio fu affidato a Christian Bale. Ora Barry ci riprova e visti i trascorsi non si tratta di un buon auspicio per Wall Street e per l’intera economia americana.

Il suo fondo Scion Asset Management ha comprato negli ultimi tempi 866 milioni di dollari di put options «contro» l’ETF SPDR, quotata da Standard&Poor tra le 500 compagnie con la maggiore capitalizzazione, e altri 739 milioni sulla ETR Invesco QQQ Trust, nel listino Nasdaq 100. Le put options sono di fatto delle azioni che possono essere rivendute in futuro a un prezzo fisso, e rappresentano una sorta di assicurazione contro un crollo, uno strumento di tipo «ribassista». Da qui la domanda: Barry sa qualcosa che il mercato ignora? Anche perché non è il solo a puntare tutto sul nero.

Anche Warren Buffet, il più grande investitore vivente, avrebbe con la sua BRKA (Berkshire Hathaway) nel secondo trimestre del 2023 venduto azioni per 8 milioni di più di quante ne abbia acquistate. E considerate che il tipo è detto l’«Oracolo di Omaha» perché legge il Nasdaq come i fondi del caffè americano, qualcosa non torna. Gli analisti si sono messi così a perlustrare il mare calmo dell’economia a stelle e strisce – disoccupazione ai minimi, costo del denaro basso, mercati in espansione, il Nasdaq che cresce del 30 per cento annuo – a caccia di qualche possibile turbolenza, scandagliando i fondali dell’ottimismo. CARTOMANZIA GRATIS NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto