CARTOMANZIA GRATIS 📞 +39 339 27 29 722 📞 +39 366 45 86 448 ANCHE IN CHAT DI WHATSAPP (RISPOSTA IMMEDIATA) E TELEGRAM 📧 INFO@CARTOMANZIAGRATIS.INFO RITUALI GRATIS 📞 +39 339 27 29 722 📞 +39 366 45 86 448 Home ~~~ ELUSIONE FISCALE ~~~ TASSA SUI RICCHI

TASSA SUI RICCHI

CARTOMANZIA GRATIS 📞 +39 339 27 29 722 📞 +39 366 45 86 448 ANCHE IN CHAT DI WHATSAPP (RISPOSTA IMMEDIATA) E TELEGRAM 📧 INFO@CARTOMANZIAGRATIS.INFO RITUALI GRATIS 📞 +39 339 27 29 722 📞 +39 366 45 86 448 Home ~~~ ELUSIONE FISCALE ~~~ TASSA SUI RICCHI

La Cartomanzia Gratis è gratuita e lo sarà sempre. Si regge sulla generosità di tanti angeli sparsi in tutto il […]

La Cartomanzia Gratis è gratuita e lo sarà sempre. Si regge sulla generosità di tanti angeli sparsi in tutto il mondo. Il tuo contributo varrebbe doppio, non per l’offerta in se ma come segno di apprezzamento per il nostro lavoro quotidiano. ***CLICCA QUI***

CARTOMANZIA GRATIS NEWS

I 3.000 miliardari del mondo dovrebbero pagare una tassa minima del 2% sulla loro ricchezza, in continua crescita. Ciò permetterebbe di raccogliere 250 miliardi di sterline all’anno (292 miliardi di euro) da destinare alla lotta contro la povertà, la disuguaglianza e il riscaldamento globale, hanno suggerito i ministri di quattro economie leader.

Come segnale del crescente sostegno internazionale al prelievo sui super-ricchi, Brasile, Germania, Sudafrica e Spagna sostengono che una tassa del 2% ridurrebbe le disuguaglianze e raccoglierebbe fondi fondamentali, dopo gli shock economici della pandemia, la crisi climatica e i conflitti militari in Europa e Medio Oriente.

I ministri chiedono che altri Paesi si uniscano alla loro campagna, affermando che la somma annuale raccolta sarebbe sufficiente a coprire il costo stimato dei danni causati da tutti gli eventi meteorologici estremi dello scorso anno. È ora che la comunità internazionale affronti seriamente la questione della disuguaglianza e del finanziamento dei beni pubblici globali”, affermano i ministri in un articolo pubblicato sul Guardian.

“Uno degli strumenti chiave che i governi hanno per promuovere una maggiore uguaglianza è la politica fiscale. Non solo ha il potenziale per aumentare lo spazio fiscale che i governi hanno per investire nella protezione sociale, nell’istruzione e nella protezione del clima. Concepita in modo progressivo, garantisce anche che tutti nella società contribuiscano al bene comune in linea con la loro capacità contributiva. Un contributo equo aumenta il benessere sociale”.

Il Brasile presiede il G20, il gruppo dei principali Paesi sviluppati e in via di sviluppo, e ha messo in agenda la proposta di una tassa sui miliardari in occasione di una riunione dei ministri delle finanze all’inizio di quest’anno. L’economista francese Gabriel Zucman sta ora definendo i dettagli tecnici di un piano che sarà nuovamente discusso dal G20 a giugno. La Francia si è detta favorevole a una tassa patrimoniale e il Brasile è stato incoraggiato dal fatto che gli Stati Uniti, pur non appoggiando una tassa patrimoniale globale, non si siano opposti.

Secondo Zucman “i miliardari hanno l’aliquota fiscale effettiva più bassa di qualsiasi gruppo sociale. Se le persone con la più alta capacità di pagare le tasse pagano di meno, non credo che nessuno lo sostenga”. Una ricerca di Oxfam pubblicata quest’anno ha rilevato che il boom dei prezzi degli asset durante e dopo la pandemia di Covid ha fatto sì che alla fine del 2023 i miliardari fossero più ricchi di 3,3 miliardi di dollari, ovvero del 34%, rispetto al 2020. Nel frattempo, uno studio della Banca Mondiale ha dimostrato che la pandemia ha arrestato la riduzione della povertà.

Il parere, firmato dai ministri di due delle maggiori economie europee – Germania e Spagna – e di due delle maggiori economie emergenti – Brasile e Sudafrica – sostiene che un prelievo sui super ricchi sia un terzo pilastro necessario per integrare i negoziati sulla tassazione dell’economia digitale e l’introduzione, all’inizio di quest’anno, di un’imposta societaria minima del 15% per le multinazionali.

“La tassa potrebbe essere concepita come un prelievo minimo equivalente al 2% della ricchezza dei super-ricchi. Non si applicherebbe ai miliardari che già contribuiscono in modo equo alle imposte sul reddito. Coloro che invece riescono a evitare di pagare l’imposta sul reddito sarebbero obbligati a contribuire maggiormente al bene comune”, affermano i ministri.

“Le persistenti scappatoie del sistema fanno sì che gli individui con un elevato patrimonio netto possano minimizzare le loro imposte sul reddito. I miliardari di tutto il mondo pagano solo l’equivalente dello 0,5% del loro patrimonio in imposte sul reddito personale. È fondamentale garantire che i nostri sistemi fiscali forniscano certezza, entrate sufficienti e trattino tutti i nostri cittadini in modo equo”.

I ministri affermano che sarebbe necessario adottare misure per contrastare l’uso dei paradisi fiscali. L’imposta sarebbe concepita per impedire ai miliardari che scelgono di vivere a Monaco o a Jersey, ad esempio, ma che fanno i loro soldi in economie più grandi come il Regno Unito o la Francia, di ridurre le loro tasse al di sotto di un minimo concordato a livello globale. Se un Paese non imponesse l’imposta minima, un altro Paese potrebbe richiedere il reddito.

“Naturalmente, l’argomentazione secondo cui i miliardari possono facilmente spostare le loro fortune in giurisdizioni a bassa tassazione e quindi evitare il prelievo è forte. Ed è per questo che una riforma fiscale di questo tipo rientra nell’agenda del G20. La cooperazione internazionale e gli accordi globali sono fondamentali per rendere efficace tale imposta. Ciò che la comunità internazionale è riuscita a fare con la tassa minima globale sulle società multinazionali, può farlo con i miliardari”, affermano i ministri.

Zucman ha affermato che la proposta gode di uno schiacciante sostegno pubblico, con sondaggi che mostrano fino all’80% degli elettori a favore. Tuttavia, l’economista si è detto pronto ad affrontare una forte resistenza. “Non voglio essere ingenuo. So che i super-ricchi si opporranno”, ha detto. “Hanno un odio per le tasse sulla ricchezza. Faranno pressioni sui governi. Useranno i media di cui sono proprietari”.

La Cartomanzia Gratis è gratuita e lo sarà sempre. Si regge sulla generosità di tanti angeli sparsi in tutto il mondo. Il tuo contributo varrebbe doppio, non per l’offerta in se ma come segno di apprezzamento per il nostro lavoro quotidiano. ***CLICCA QUI***

CONTINUA A LEGGERE SU CARTOMANZIA GRATIS

GRATIS CARTOMANZIA
Invia tramite WhatsApp
Torna in alto